Roma Introduzione Arte Classica

L’arte classica è una corrente che attrae e affascina, perché è il frutto di un periodo in cui molti artisti hanno espresso nel miglior modo possibile il proprio talento attraverso le diverse espressioni artistiche, quali scultura, dipinti, architettura… “Classico” deriva dalla parola latina classicus, che vuol dire “esemplare”. Questo concetto include l’arte dell’antica Grecia e dell’antica Roma e fa riferimento ai periodi di rinascita con un richiamo alla tradizione. Ovviamente, il concetto di arte classica richiama i traguardi artistici, che si collegano alla nascita dell’arte e della cultura in diversi tempi e per differenti popoli. L’arte classica nasce come una corrente di tipo naturalistico e realistico, al fine di riprodurre in modo fedele la natura, vista come elemento perfetto. Percepita come elemento terreno, essa è strumento attraverso la quale esaltare la bellezza dell’uomo. L’arte classica tende alla rappresentazione della perfezione del corpo, rappresentandone la forza, usando il rigore delle regole matematiche ed artistiche. Infatti, l’arte classica intende descrivere la potenza dell’uomo, ma in piena armonia con la natura. La cultura greca antica è ovviamente la base dell’arte classica, considerata come un insieme di risultati, che si sono concretizzati nell’ambito materiale e in quella spirituale, proprio nella società della Grecia antica

La storia dell’arte classica, dunque, nasce tra i secoli V-IV a. C., in Grecia ad Atene, durante l’età di Pericle. L’età classica trova origine nel ” Canone di Policleto”, che ha come obiettivo il rispetto delle proporzioni tra le parti del corpo e la posizione che esse dovevano assumere, per formare nell’opera d’arte il perfetto equilibrio. In un secondo momento, l’arte classica cerca di trovare il giusto compromesso tra l’essere divino e quello umano, sottolineando il ruolo della ragione. La cultura greca ha influenzato così molte zone del mondo, diventando la culla della civiltà. L’arte classica ha conosciuto tre diversi stili: 1. Lo stile dorico, che si sviluppa in Peloponneso e Magna Grecia; 2. Lo stile ionico, che si sviluppò sulle isole Egee e in Asia Minore. Lo stile dorico ha colonne senza base, con il fusto della colonna, che poggia direttamente sul pavimento, chiamato stilobate, mentre il capitello è formato da abaco e collarino. È un’architettura semplice e dimessa; 3. Lo stile corinzio, collega la base al fusto, con il capitello costituito da abaco, collarino, echino e semi palmetta. Inoltre, è possibile affermare come l’arte classica rappresenti le radici e l’origine dell’arte europea, poiché ha influenzato ogni forma di arte successiva, in tutte le diverse epoche che si sono succedute. Nonostante appaia come una forma di arte lontana nel tempo e distante dalle idee dell’attualità, dal tempo che si vive, sono ancora molti gli appassionati di arte classica e nel mondo. Infatti, esistono Musei dedicati proprio all’esposizione di opere d’arte afferenti all’arte classica.