Palazzo Valle Catania

Un gioiello raro nel cuore di Catania, una scoperta e una conferma per gli amanti del barocco: è Palazzo Valle, uno dei più importanti palazzi signorili catanesi, e uno degli edifici civili più importanti dell’architetto Giovanni Battista Vaccarini, tra i più famosi geni dell’architettura siciliana, che ha progettato, tra le altre cose, la facciata del Duomo di Catania. Palazzo Valle fu ideato nella prima metà del ‘700, commissionato da Pietro La Valle. La realizzazione di Palazzo Valle si svolse in tre momenti e si concluse nella seconda metà dell’800. Il Palazzo occupa, ancora oggi, l’isolato compreso tra via Vittorio Emanuele, Landolina, Valle e Leopardi. L’edificio, dunque, si trova nel cuore del centro storico, ed è facilmente raggiungibile dal Duomo di Catania. È possibile visitarlo acquistando un biglietto di ingresso e consultando gli orari di apertura di Palazzo Valle. Oggi il palazzo è sede della Fondazione Puglisi Cosentino. Dopo anni di abbandono e degrado, infatti, Palazzo Valle fu acquistato nel 2001 dalla famiglia Puglisi Cosentino, direttamente dagli Asmundo Zappalà di Gisira: in questo modo, dopo averlo comprato, Alfio Puglisi Cosentino, figlio del Cavaliere Salvatore Puglisi Cosentino, ha contribuito a riportarlo ai suoi antichi splendori per poi ridonarlo alla città di Catania. Gli interventi di recupero di Palazzo Valle sono stati realizzati tra gli anni 2004 e 2008, grazie a finanziamenti della Regione Sicilia e al contributo della Finsole. In accordo e collaborazione con la Soprintendenza per i beni culturali ed ambientali di Catania tutto il restauro e il recupero di Palazzo Valle è stato portato avanti con estremo rigore e rispetto dell’architettura e dell’impianto originale di questo gioiello del barocco siciliano. 

Nata e costituita nel 2004 da Alfio Puglisi Cosentino, la Fondazione Puglisi Cosentino – che occupa la corte interna, il secondo e il terzo piano di Palazzo Valle – svolge una serie di opere di promozione e valorizzazione per celebrare l’arte antica, moderna e contemporanea, con fini di studio, educazione e diletto. Mostre, esposizioni temporanee, convegni, laboratori, incontri, workshop, attività didattiche, studi e ricerche, sono tra le principali iniziative portate avanti dalla Fondazione Puglisi Cosentino. La volontà è quella di promuovere l’arte attraverso le relazioni tra artisti e pubblico, per avvicinare a questo mondo anche non addetti ai lavori, favorendo aperture nei confronti di altre esperienze simili e valorizzando il territorio.